Get Adobe Flash player
Per la tua pubblicità segreteria@aspronadi.it

TEMI DEL WORKSHOP:

PRODUZIONE E MERCATO

Quale futuro per la nautica da diporto? Una politica di grandi numeri che consenta la disponibilità di imbarcazioni a prezzi accessibili e quindi una diffusione di massa oppure è inevitabile una realtà più elitaria principalmente basata su produzioni one off? Per i cantieri di domani è meglio sviluppare criteri di autarchia dove ogni singolo elemento della barca viene prodotto direttamente dal costruttore o, invece, è più opportuno un radicale cambiamento dei criteri operativi puntando sulla totale collaborazione con una serie di terzisti specializzati e conseguente trasformazione del cantiere in semplice “assemblatore”?

PROGETTAZIONE

Un tempo, un’ imbarcazione (sia a vela che a motore) era frutto del lavoro di un unico designer, quasi sempre ottimo “carenista”, oggi la progettazione è spesso affidata a studi specializzati nelle differenti materie: come trovare il punto di equilibrio fra qualità nautiche (confort in navigazione) e eleganza degli arredi (comfort nella vita di bordo)? L’opera viva (carena) di uno scafo da diporto deve essere funzione per una buona tenuta anche con mare formato oppure garantire semplicemente spazi interni più confortevoli per l’armatore? Sino a dove può arrivare l’attuale tendenza alla prevaricazione delle esigenze degli interior designer sugli elementi fondamentali dell’idrodinamica? Il futuro ci darà “scafi capaci di navigare” oppure “case capaci di galleggiare”?

PROGRAMMA DEL WORKSHOP:

14:00

– Registrazione

14:30

– Introduzione

– Presentazione dell’evento ed introduzione dei relatori e delle aziende rappresentanti

  • Antonio SOCCOL – Giornalista e Socio AS.PRO.NA.DI.

– Intervento autorità

  • Bruce William GADD – Console Generale della Nuova Zelanda in Italia e Trade Commissioner, NZTE
  • Berardo CITTADINI – Presidente AS.PRO.NA.DI.
  • Ian COOK – Presidente, Marine Industry Association of New Zealand e Direttore di NZ Yachting Developments

15:00

– Prima parte – Relazioni sui temi

  • Luca Brenta – Luca Brenta & C. Yacht Designers (ITL)
  • Paul MacDonald – (fornitore neozelandese) Southern Spars Ltd (NZ)
  • Andrea Mancini – (ricerca italiana) Vasca Navale Roma (ITL)
  • Prof. Richard G.J. Flay – (ricerca neozelandese) Direttore, Yacht Research Unit, The University of Auckland (NZ) (parlerà a suo nome Ing. Luca Zavaglia socio aspronadi)
  • Paolo Rabajoli – (cantiere italiano) Itama Yacht gruppo Ferretti (ITL)
  • Rodney Martin – (cantiere neozelandese) Fitzroy Yachts Ltd (NZ)

16.30

– Coffee break

17:30

– Seconda parte – Relazioni sui temi

  • Sergio Abrami – (normative UNI-ISO) Progettista, socio AS.PRO.NA.DI. (ITL)
  • Quinten Houry – (fornitore neozelandese) Doyle Sails New Zealand Ltd (NZ)
  • Franco Gnessi – (refitting) Progettista, socio AS.PRO.NA.DI. (ITL)
  • Richard Downs-Honey – (ingegnere strutturista) High Modulus Ltd (NZ) (intervento video)
  • Nadia Carnevali – (fornitore italiano) Mach 2 Marine (ITL)
  • Umberto Petricich – (fornitore italiano) 3DW Moulds Srl (ITL)
  • Massimo Gregori Grgic – (designer) Progettista socio AS.PRO.NA.DI (ITL)

19:00

– Buffet / cena

20:30

– Collegamento in diretta da Auckland tramite videoconferenza

– Sintesi delle presentazioni da parte del moderatore per consentire l’inoltro delle stesse alla sede del NZTE in Nuova Zelanda, al fine di aggiornare e consentire ai partecipanti dalla Nuova Zelanda di prender parte attiva al dibattito della terza parte.

21:00

– Terza parte – Dibattito

– Discussione sui temi e sugli interventi, moderata da Antonio SOCCOL, con partecipazione diretta dalla sede del New Zealand Trade & Enterpise (NZTE) Agenzia Governativa neozelandese per lo Sviluppo Internazionale delle Imprese – mediante videoconferenza di

  • Prof. Richard G.J. Flay – (ricerca neozelandese) Direttore Yacht Research Unit, The University of Auckland (NZ)
  • Ignazio Viola – (ricerca neozelandese) Ricercatore, Yacht Research Unit, The University of Auckland(NZ)

21:45

– Conclusioni e presentazione concorso “UNA BARCA PER TUTTI”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.