Get Adobe Flash player
Per la tua pubblicità segreteria@aspronadi.it

ASPRONADI ha eletto il giorno 11-12-2009 il nuovo Presidente dell’associazione Giovanni Ceccarelli, succede a Berardo Cittadini che comunque rimane con carica all’interno della parte dirigente dell’associazione.Il consiglio nel corso della prima riunione fissata per il giorno 19 gennaio a Bologna, nomineranno le restanti cariche ovvero il Vice Presidente, il Tesoriere ed il Segretario Generale.

L’assemblea ordinaria si è tenuta presso l’Hotel Mediterraneo a Roma alla presenza di molti associati, il dibattito è stato costruttivo e propositivo con voglia di andare avanti uniti.

Il dibattito assembleare, è stato introdotto dal socio Andrea Vallicelli che, in qualità di Sindaco, assieme a Francesco Baratta e ad Aldo Gatti hanno fatto un importante lavoro in questi mesi passati per mantenere l’unità dell’associazione.

Il Vallicelli ha ribadito l’importanza dell’esistenza associazione in Italia, sodalizio che deve continuare ad esistere e comunque di trovare nuove risposte da dare agli associati legati alle mutate esigenze del mercato, focalizzandosi maggiormente sui servizi ai soci vedi assistenza legale e al rapporto con l’istruzione.

Candidati a Presidente erano stati: Giovanni Ceccarelli e Massimo Paperini.

Giovanni Ceccarelli eletto Presidente ha ribadito di volere portare avanti quanto definito nel programma, chiedendo una collaborazione anche a chi è fuori dal consiglio per ricoprire cariche all’interno di commissioni, programma che era stato presentato ai soci che di seguito viene rassunto.

  • Riportare unità d’intenti e tra gli associati, sempre nel rispetto reciproco dei singoli.
  • ASPRONADI deve continuare ad esistere ed essere la casa di tutti i progettisti che operano nel campo della nautica da diporto come progettisti o consulenti cercando di arrivare alla fine del biennio a 250 iscritti. Ora sono circa 180.
  • Cercare di far entrare tutte le “firme” che ancora oggi stanno alla finestra in quanto non hanno ancora trovato una risposta per entrare.
  • ASPRONADI deve essere altresì la casa di tutti i soci studenti o di chi si affaccia al mondo del lavoro, per cercare di assisterli in una difficile ed importante fase, per valorizzarli il neo Presidente ha pensato che loro nominino un loro rappresentante che possa vivere dall’interno le fasi organizzative dell’associazione.
  • Suddivisione in 4 macro aree geografiche dell’Italia con responsabili di zona al fine di arrivare meglio e più direttamente sulle esigenze del territorio.
  • Banca dati funzionante per ricerca di competenze, utilizzabile anche per segnalazione di tecnici per consulenze tecniche di ufficio etc.
  • Promuovere rapporti con le principali federazioni legate al settore vedi – Motonautica FIM, Vela la FIV, associazione barche d’epoca, con consiglieri delegati a seguire in seno al fine di essere i riferimenti in materia di progettazione.
  • Promuovere un rapporto paritetico con UCINA e ritornare ad essere presenti con uno stand al Salone di Genova oltre qualche altra rilevante fiera del settore in Italia.
  • Riaprire un dialogo a livello ministeriale Governativo per un riconoscimento dell’associazione come unico polo di riferimento per consultazioni legate alla nautica da diporto in modo stabile e duraturo, avvicinarsi sempre più ad un concetto di ordine professionale.
  • Organizzare un convegno importante aprendo i rapporti con altre associazioni similari estere vedi SNAME o RINA oltre a continuare l’appoggio organizzativo al SEAMED 2010.
  • Attualizzare lo statuto alla luce di:
    • nuove tecnologie di comunicazione vedi email
    • delle nuove normative in vigore
    • introdurre la carica di Presidente Onorario
    • introdurre un concetto federativo legato alle aree geografiche
  • Definire un chiaro rapporto con le Università e corsi post Universitari – Master; incaricare un membro di consiglio con esperienza nel mondo Universitario che segua di persona, monitorizzare e cercare di dare supporto; cercare di diventare l’albo a cui s’iscrivono “obbligatoriamente” o “consigliati”, gli ex studenti di master o neo laureati per facilitarli poi nel passaggio nel mondo del lavoro.
  • Verranno istituite diverse commissioni in particolare legate a:
    • Commissione Ministero
    • Commissione soci e categorie
    • Commssione sicurezza e lavoro
    • Commissione periti consulenti tribunale
    • Commissione revisione statuto
    • Commissione soci studente
    • Commissione legale e pareri
    • Commissione portualità
    • Commissione bollettino
  • Nei confronti dei soci studenti si pensa di potenziare i servizi in particolare riguardo l’assistenza a trovare un punto dove si svolge tirocinio, assistenza legale.
  • Inoltre con l’esterno si vuole potenziare il rapporto con i media sia a livello di web sia come carta stampata cercando di arrivare a ristampare il bollettino.
  • È stato nominato consulente legale l’avvocato Andrea Petragnani Ciancarelli del foro di Roma oltre che affermato legale, è molto dentro il settore della nautica da diporto curando già una rubrica all’interno di una importante testata nazionale.
  • Il logo che fu ideato da Luciano Consigli, uno dei fondatori dovrà rimanere invariato. Qui sopra riportato in carta intestata.

Elenco eletti il giorno 11-12-2009

Presidente

  • Giovanni Ceccarelli
Consiglieri
  • Attilio Albeggiani
  • Franco Gnessi
  • Pier Paolo De Cesari
  • Giovanni Maria Grasso
  • Fabrizio De Santis
  • Maela Lenci
  • Davide Tagliapietre
  • Benedetto Inzerillo
Probiviri
  • Roberto Nicolucci
  • Andrea Vallicelli
  • Massimo Paperini
Sindaci
  • Berardo Cittadini
  • Aldo Gatti
  • Francesco Baratta

Chi è l’AS.PRO.NA.DI: l’associazione è stata promossa l’8 dicembre 1972 e si è costituita a Genova il 23 ottobre 1973.

Il 30 marzo 1983 la nostra associazione ha ottenuto il riconoscimento del Ministero della Marina Mercantile di concerto con il Ministero dei Trasporti.

Dal dicembre 1984, nella persona dell’allora Presidente, l’AS.PRO.NA.DI. fa parte del Comitato Tecnico Gruppo esperti per la nautica da diporto in seno al Registro Italiano Navale (R.I.N.A.), dal 1989 si sono aggiunti in questo Comitato altri due Soci Ordinari.

Dall’ottobre 1986 siamo presenti nella Commissione Ministeriale per la revisione della Normativa sulla Nautica da diporto.

Inizialmente (1973/1979) la sede è stata Milano, si è poi trasferita a Firenze (1979/1983) per ritornare infine a Milano.

www.aspronadi.it

Chi è Giovanni Ceccarelli:

Il mare e la passione per il disegno delle barche fanno parte del DNA di Giovanni Ceccarelli fin da piccolo. Merito di un ambiente familiare appassionato di questo sport e dell’essere Ravenna, la sua città natale (qui è nato il 14 gennaio 1961), un grande porto di mare. Il mare Adriatico è stato per lui, oltre che una palestra, anche uno stile di vita. I primi approcci al mondo della vela sono avvenuti regatando prima sulle derive, e poi nell’altura. In seguito ha vinto diversi campionati italiani come timoniere.

A Ravenna risiede e lavora, dopo essersi laureato in ingegneria a Bologna. Ha iniziato la sua attività progettuale nel ’77 presso lo studio del padre Epaminonda, a sua volta ideatore degli EC progettati e costruiti in oltre mille esemplari. È attualmente presidente dell’As.Pro.Na.Di. (Associazione italiana dei progettisti nella nautica da diporto) incarico già ricoperto in passato.

Attualmente è il principale progettista e responsabile della “Ceccarelli Yacht Design and Engineering”, una struttura che conta vari collaboratori, specializzati nei singoli settori di competenza, dalla progettazione al calcolo. Ceccarelli ha scelto un approccio alla progettazione (sia che si tratti di barche a vela che a motore) di tipo “globale”, occupandosi cioè delle carene, del design esterno, delle sovrastrutture, degli interni e delle strutture, un approccio che consente di consegnare al cantiere un progetto completo. I suoi progetti hanno vinto 8 titoli del mondo IOR ed IMS, numerosi campionati Italiani e classiche in Italia ed all’estero, tra cui la Centomiglia del Garda, a cui dedica un ricordo particolare. Ha partecipato a due edizioni della Louis Vuitton Cup (regate di selezione per la Coppa America) in qualità Principal Designer: Mascalzone Latino nel 2003 ad Auckland e +39 Challenge nel 2007 a Valencia sono i suoi progetti.

In questi anni ha lavorato nella progettazione sia sul fronte delle unità da diporto a vela che a motore, sia di prodotti di serie che di progetti one-off, sempre con riferimento sia al mondo della vela che del motore. Un altro settore di cui si prende cura è l’ottimizzazione di barche da regata, prima con lo IOR e poi con l’IMS, l’IRC e l’OPEN, attraverso lo studio di nuove appendici di carena e l’ottimizzazione della stazza. La passione per il mare e la progettazione legata al diporto l’hanno portato a lavorare anche nel settore edile ed urbanistico, dedicandosi alla progettazioni di Marine, Club houses e cantieristica.

Nel campo dell’ insegnamento ha collaborato come docente con vari Master in Yacht Design ad esempio presso il POLIMI a Milano, Fucina a La Spezia, IED a Venezia e ISYE a Ravenna, è attualmente professore a contratto con l’Università di Ingegneria Aerospaziale di Forlì, esistono a sua firma diverse pubblicazioni scientifiche e partecipazioni a convegni nazionali ed internazionali.Ad oggi navigano oltre un migliaio di barche nel mondo progettate dalla “Ceccarelli Yacht Design and Engineering”.

39 risposte a Comunicato Stampa del 15-12-2009

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.